-------- Messaggio Inoltrato --------
Oggetto: ALA: SERRAVALLE IN FIORE GRAZIE AI BENI COMUNI
Data: Fri, 16 Jun 2017 12:21:47 +0200
Mittente: Michele Stinghen <m.stinghen@gmail.com>
A: Michele Stinghen <m.stinghen@gmail.com>


Buongiorno


oggi un comunicato sul progetto di abbellimento di Serravalle, curato da un
gruppo di volontari tramite il regolamento sui beni comuni.

Buona giornata

Michele Stinghen
340 0742673

(nelle foto: Elsa Simonini e Anna Marchiori al monumento, e poi sempre
Simonini con Mariangela Bellorio con i fiori davanti alla chiesa vecchia)

*SERRAVALLE IN FIORE*

*GRAZIE AI BENI COMUNI *


*Da qualche giorno Serravalle  rifiorita. Qua e l, in diversi angoli del
paese, soprattutto quelli pi caratteristici, sono apparse nuove fioriere,
e gerani decorano vicoli, aiuole e piazze. Sono frutto del regolamento **sulla
collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e rigenerazione
dei **beni comuni **urbani, grazie al quale un gruppo di residenti del
paese ha potuto prendere in gestione la cura di alcune fioriere. La
richiesta  arrivata dagli stessi abitanti; il Comune di Ala ha
riconosciuto le spese per i vasi e le piante. *


A coordinare il gruppo di volontari  *Elsa Simonini*, referente del
progetto. L'esigenza era sentita e diffusa: rendere pi gradevole e bella
la frazione, con delle fioriere negli angoli pubblici pi significativi del
centro dell'abitato di Serravalle. Il bisogno di avere un paese decorato,
piacevole, c' sempre stato, e appena l'amministrazione di Ala ha
licenziato il regolamento sui beni comuni un gruppo di cittadine e
cittadini si  organizzato. Il regolamento approvato dalla giunta del
sindaco Claudio Soini e proposto dall'assessore Gianni Saiani prevede
infatti che i privati possano prendersi cura direttamente di spazi
pubblici, in cambio l'ente pubblico riconosce delle spese sostenute
nell'azione. In questo caso si trattava di mettere dei fiori: e perci il
Comune ha rimborsato le spese per i 27 vasi di gerani ed edere acquistate
dal gruppo.

Elsa Simonini si  presa l'incarico di acquistare i fiori e di tenere i
contatti con l'amministrazione per conto del gruppo di volontari. Ognuno di
loro  responsabile di un angolo di Serravalle, per il quale ha il compito
di curare i fiori, annaffiarli e tenerli puliti. Di pi, sono stati gli
stessi volontari a scegliere anche i luoghi dove collocare i fiori, decisi
dopo una sorta di mappatura di Serravalle. Nel lavoro sono stati
individuati cinque luoghi pi caratteristici, e che meritavano di essere
valorizzati.

Si comincia perci dal Monumento ai caduti di Serravalle, dove *Anna
Marchiori* (gestrice del vicino omonimo bed & breakfast) tiene curate le
piante che da qualche giorno rendono pi gradevole l'aiuola attorno
all'obelisco. Un altro posto che  caro a chi vive a Serravalle  attorno
alla chiesa e alla retrostante cosiddetta chiesa vecchia, la chiesa del
Crocifisso dove arriva la scaletta medioevale che sale dal basso. Qui 
invece *Mariangela Bellorio *a tenere curate le fioriere che salutano chi
passa nel vicolo. In alto, in via Castello, *Manuel Simonini* cura i gerani
accanto all'arco in pietra che segnava l'antico ingresso in paese. In
piazza Clesio *Teresa Nave* cura i fiori che colorano il caratteristico
slargo della via. Infine *Emilia Togni*  responsabile per le fioriere in
via Bronzetti. Sono piccoli segni, si dir, ma da qui parte il
coinvolgimento attivo dei cittadini nella cura di ci che  di tutti.