Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazioni
Seguici su
Cerca

Richiesta cambio di residenza all'interno del Comune

Un cittadino che cambia indirizzo all'interno del Comune è tenuto a richiedere il cambio di residenza. 

© rawpixel - licenza Pexels

Cos'è

Cambio di abitazione del nucleo familiare nell’ambito del territorio comunale.

A chi si rivolge

Cittadini residenti nel territorio comunale che si spostano presso un nuovo alloggio collocato all'interno dello stesso territorio.

Chi può fare domanda

Cittadini maggiorenni. In caso di nuclei famigliari, la domanda include anche i dati di tutti i componenti della famiglia.

Copertura geografica
Ala

Accedere al servizio

La richiesta va presentata entro 20 giorni dalla data del trasferimento nel nuovo alloggio. 

La documentazione richiesta va compilata e presentata all'ufficio Anagrafe.

In caso di trasferimento di un interno nucleo familiare, la dichiarazione può essere presentata da uno qualsiasi dei componenti la famiglia purchè maggiorenne.

In caso di trasferimento di minori con un solo genitore si richiede la dichiarazione dell'altro genitore.

In caso di cambio di residenza presso una famiglia già residente, si richiede la dichiarazione di un componente di tale famiglia

Verrà chiesto di comunicare delle fasce orarie di reperibilità ai fini del controllo della dimora abituale da parte della Polizia municipale. Il controllo serve a stabilire che i richiedenti risiedano effettivamente presso l'alloggio indicato nella richiesta.

Se gli interessati al cambio di abitazione sono in possesso di libretto di circolazione di veicoli e/o di patente di guida italiana o rilasciata da Paesi dell'UE e riconosciuta dall'Italia, il dichiarante deve anche fornire i seguenti dati:

  • per i veicoli: la targa
  • per le patenti: numero, tipo (A,B,C...), data rilascio, ente che ha rilasciato il documento(Prefettura o Motorizzazione) con la relativa Provincia.

Verrà rilasciata una ricevuta provvisoria attestante la variazione dell’indirizzo da conservare
unitamente al libretto di circolazione dei mezzi in possesso fino al ricevimento del tagliando
adesivo dalla Motorizzazione.

Attenzione: si ricorda che entro 60 giorni dalla data di trasferimento nel nuovo alloggio va presentata anche la Dichiarazione TARI all'ufficio Tributi, che si occuperà di annotare la variazione per quanto riguarda la tassa sui rifiuti (TARI).

Dopo la presentazione della richiesta

La variazione di indirizzo decorre dal giorno in cui è stata presentata la dichiarazione.

entro 2 giorni lavorativi dalla presentazione della documentazione, le modifiche vengono apportate all'anagrafe. Di fatto il cambio di residenza è effettivo. 

entro 45 giorni dalla presentazione della documentazione, il comune conclude il procedimento, previo controllo di effettiva residenza da parte della Polizia municipale.

Alla conclusione della procedura, il Comune invia un sms di conferma dell'avvenuto cambio di residenza.

Cosa serve

Documentazione da presentare
  • Modulo "Dichiarazione cambio di residenza" compilato e sottoscritto dal dichiarante e da tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare;
  • Copia di un documento di riconoscimento in corso di validità di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • Estremi della patente di guida per i componenti del nucleo familiare che ne sono in possesso;
  • Lista delle targhe dei veicoli in possesso dei componenti il nucleo familiare

Può essere richiesto il titolo di occupazione dell'alloggio, a seconda della posizione di chi presenta la richiesta:

  • Se chi presenta è Proprietario, viene chiesta la compilazione degli estremi catastali, oppure copia dell'atto notarile di compravendita;
  • Se chi presenta è Intestatario del contratto di locazione viene chiesta copia del contratto d'affitto o estremi di registrazione presso l'Agenzia delle Entrate;
  • Se chi presenta è Intestatario del contratto di locazione per un alloggio pubblico, viene chiesta copia del contratto o del verbale di consegna dell'immobile;
  • Se chi presenta è Comodatario con contratto di comodato d'uso gratuito, viene chiesta copia del contratto o estremi di registrazione presso l'Agenzia delle Entrate;
  • Se chi presenta è Usufruttuario, vengono chiesti dati utili al fine di consentire la verifica da parte dell'ufficio Anagrafe.

Potrebbe inoltre essere richiesta la compilazione del modulo Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà da parte del proprietario dell'immobile.

Modulistica

Tempi e scadenze

45
giorni
Giorni massimi di attesa, dalla richiesta

Casi particolari

In caso di mancanza dei requisiti o di accertamenti negativi da parte del Corpo di Polizia municipale, il Comune provvederà a comunicare l'esito negativo al cittadino (preavviso di rigetto). L'interessato avrà 10 giorni per presentare le proprie osservazioni.

In caso di mancato accoglimento della dichiarazione di cambio di residenza, il comune provvederà a ripristinare la posizione anagrafica precedente, annullando l'iscrizione. Il dichiarante decadrà inoltre dai benefici nel frattempo conseguiti e dovrà rispondere delle false dichiarazioni.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica:
5 Settembre 2019